La nascita di una pianta

Esperienza didattica in dad - classe 1C Primaria Potenza Picena

Una attività che affascina moltissimo i bambini è quella della semina. 

E' un semplicissimo esperimento che riveste un certo valore educativo perché da un lato fornisce l'occasione per una mini-lezione di botanica (anche gli alberi più grandi nascono da un seme, osservare da vicino i semi di lenticchia o del fagiolo posti a germinare è una occasione per  ragionare sulla crescita dei viventi), dall'altro insegna che si possono ricavare grandi soddisfazioni quando ci si prende cura di qualcosa. 

L'esperimento consiste semplicemente nel disporre qualche seme su un batuffolo di cotone idrofilo e poi nel tenerlo inumidito fino allo spuntare della piantina. 

Agli alunni a casa è stato chiesto di:

  • preparare due piatti con dell'ovatta bagnata, in uno mettere le lenticchie o qualche fagiolo, nell'altro dei sassolini, 
  • bagnare l'ovatta ogni due giorni e aspettare qualche giorno per osservare “la magia”.

Dopo un paio di giorni qualche fagiolo e qualche lenticchia si sono un pò aperti ed è uscita una piccola puntina bianca.

A distanza di una settimana i germogli sono cresciuti ancora di più.

I sassolini non hanno avuto nessun cambiamento.

I bambini si sono dimostrati entusiasti dell'esperienza fatta ed hanno condiviso le foto del loro lavoro.
 Leggi tutto: La nascita di una piantina https://photos.app.goo.gl/d3CzbDnT61NaptQs5

 

                               DAI PICENI A POTENZA PICENA

Se è vero che la storia è maestra di vita… LA STORIA DI POTENZA PICENA deve essere la nostra “maestra speciale” che ci guida nella conoscenza delle nostre radici, ci avvicina ad un mondo lontano, ma in qualche modo familiare con il quale condividiamo l’eredità …”

 Noi alunni delle classi 5 A e 5 B della scuola primaria  ”G. Leopardi” attraverso la realizzazione di vari elaborati abbiamo approfondito la conoscenza degli insediamenti e degli avvenimenti che hanno caratterizzato il territorio di Potenza Picena fin dai tempi più remoti.

Analizzando attentamente testi e fonti di vario genere, siamo andati alla scoperta di simboli, riti, credenze religiose, particolari abitudini alimentari, la magia, i sistemi tradizionali di cura, usanze funebri, appartenenti al popolo dei PICENI.

La conoscenza delle nostre radici e delle nostre tradizioni determina il senso di identità personale e sociale, infatti più scopriamo del nostro passato, più grande è il legame di affetto e di appartenenza che sentiamo verso i nostri antenati e verso la nostra terra.

Conoscere, registrare, preservare e condividere le nostre origini ci aiuta a sviluppare un atteggiamento empatico e di rispetto verso il  Paese.

 Questa affascinante insegnante … quale è la storia ci ispira, ci permette di comprendere gli eventi che hanno cambiato il corso del passato e ci guida nelle scelte future.

La tutela del patrimonio storico, architettonico e la testimonianza storica ci permettono di ricordare che le diversità culturali che osserviamo sul territorio italiano anche percorrendo solo brevi distanze, sono il frutto dell’eredità lasciata dai popoli italici.  A causa del processo di romanizzazione, si rischia di perdere la memoria di quei popoli come i Piceni, la cui identità culturale e sociale ancora caratterizza gran parte del nostro modo di vivere: il dialetto, la cucina, le tradizioni…

“Un popolo che non ha la conoscenza del proprio passato, della propria origine e della propria cultura è come un albero senza radici”.

Informo che gli strumenti da concedere in comodato d'uso gratuito per la Didattica a Distanza sono esauriti.

Eventuali ulteriori richieste non saranno prese in considerazione. 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO 

ALESSANDRA GATTARI 

In attesa di disposizioni ufficiali da parte del DdP, a scopo cautelativo causa sospetto caso Covid-19,  sono sospese le lezioni in presenza per tutti gli alunni D.V.A. e B.E.S. autorizzati alla frequenza, IN TUTTE LE CLASSI DEL PLESSO "M.T.DI

CALCUTTA" - MONTELUPONE  - da MARTEDÌ 16 MARZO A SABATO 20 MARZO 2021 compreso.  

I docenti  garantiranno l'erogazione della D.A.D. da casa.

Sarà cura dell'Istituzione Scolastica informare adeguatamente e senza indugio  tutti i soggetti interessati. 

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO 

ALESSANDRA GATTARI 

È disposto lo stato di quarantena da parte del DdP per la classe 1A SCUOLA PRIMARIA POTENZA PICENA, fino al 19 marzo 2021 compreso.

Domani seguiranno ulteriori dettagli alle famiglie tramite e-mail.

La disposizione riguarda docenti, assistenti all'autonomia e alunni presenti in classe nei giorni 3,4 e 5 marzo.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO 

ALESSANDRA GATTARI 

Comunico che sono sospese le lezioni in presenza per gli alunni autorizzati, relativamente alla classe 4B SCUOLA PRIMARIA MONTELUPONE,  causa disposizione dello stato di quarantena -  da giovedì 11 marzo a mercoledì 24 marzo 2021 compreso- da parte del DdP che ha notificato a questo Istituto la presenza di un soggetto positivo al Covid-19. 

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO 

ALESSANDRA GATTARI 

 

 

Gli alunni della classe 4^B della scuola Primaria G. Leopardi, studiando  le grandi civiltà del passato, tra queste, gli Antichi Egizi, hanno voluto approfondire le loro conoscenze e mettere in pratica le loro abilità riproducendo in un plastico la Valle di Giza. Attraverso attività interdiscipinari, hanno realizzato nel laboratorio creativo di Arte, le famose  piramidi di Cheope, Chefren, Micerino e la sfinge leonina, facendo attenzione a localizzarle  a sinistra del corso del Nilo così come era consuetudine per tutte le necropoli. Inoltre appassionandosi ai geroglici hanno voluto realizzare il loro cartiglio personale, per siglare come gli antichi faraoni gli atti ufficiali. La passione e la motivazione che li ha accompagnati in questa attività  oltre a fornire ulteriore consolidamento alle conoscenze acquisite ci regala un grande messaggio che è quello della circolarità dell’azione didattico-educativa e che “s’impara facendo e giocando”.Leggi tutto: Nella valle di Giza

 

 

Gli alunni delle classi terze della Scuola Primaria G. Leopardi sono stati protagonisti, la scorsa settimana, di tre "Pancake Races" ( cioè, gare di pancake). Si tratta di una tradizione inglese, risalente addirittura al 1445. Il martedì grasso, infatti, non viene festeggiato con il Carnevale, come da noi, bensì facendo delle gare di pancake, durante le quali gli sfidanti devono correre con in mano un padellino contenente un pancake, che va capovolto in aria e ripreso per tre volte. Gli alunni hanno potuto conoscere questa tradizione innanzitutto con la lettura di un testo, poi tramite dei video, girati principalmente nella città di Olney, in Buckinghamshire (Inghilterra): è qui, infatti, che si svolge la più celebre gara di pancake. 

Hanno poi trascritto la ricetta originale e, a casa, hanno potuto cucinare ed assaggiare questi dolci...lasciandone però almeno uno per la gara, che si è svolta nella palestra della scuola primaria. Alla fine, per ogni classe, è stato proclamato il vincitore (con un ex-aequo in 3C). Un modo divertente e goloso per avvicinare i bambini alla cultura inglese. Ecco alcune foto

 

 

 

 

 

Sottocategorie